Grappolo 2019: vincono Patrick Gagliasso e Dario Beltramo

IN GARA SULLA SKODA FABIA DELLA TURISMOTORS’ VINCONO SETTE PROVE SPECIALI

IN SECONDA POSIZIONE JACOPO ARALDO E DANIELE ARASPI SU SKODA FABIA

UN PODIO INTERAMENTE SKODA VEDE AL TERZO POSTO MASSIMO MARASSO E MARCO CANUTO

Guarda le classifiche del Grappolo 2019

Grappolo 2019: vincono Patrick Gagliasso e Dario Beltramo

Una prestazione che non lascia spazio ad ulteriori repliche. Sulle strade astigiane del Rally del Grappolo, secondo appuntamento della Coppa Italia Rally Aci Sport 1° zona Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, equipaggio in gara sulla Skoda Fabia R5 curata dalla Roger Tuning con i colori della Turismotors, ha letteralmente dominato la scena. Il pilota di Poirino, già vincitore in questa stagione del Rally del Tartufo e del Rally Team 971, ha fatto segnare il miglior tempo su sette delle otto prove speciali in programma (l’ultima andata ad Araldo) chiudendo con un vantaggio finale di 18″7 nei confronti dell’astigiano Jacopo Araldo al via con Daniele Araspi sulla Skoda Fabia (Meteco Corse) preparata da Babosca. In terza posizione hanno concluso il cuneese Massimo Marasso in coppia con Marco Canuto staccati di 35″4 a chiudere un podio finale interamente Skoda.

La due giorni agonistica astigiana è iniziata nella serata di sabato con la cerimonia di partenza presente il neo sindaco della cittadina Davide Migliasso, a cui ha fatto immediatamente seguito il primo passaggio sulla prova di Ronchesio. Sui quasi sette chilometri veloci e tecnici di questo primo parziale Patrick Gagliasso e Dario Beltramo riuscivano a portarsi in vantaggio anche se Araldo chiudeva a soli tre decimi. Gagliasso assumeva tuttavia perentoriamente il comando delle operazioni già dalla prima prova della domenica e in seguito, grazie ai sette successi parziali, aumentava progressivamente il suo vantaggio vincendo l’appuntamento promosso dal San Damiano Rally Club. Jacopo Araldo e Daniele Araspi oltre a tenere costantemente sulle spine Gagliasso, controllavano le mosse di Marasso e Canuto difendendo la seconda posizione assoluta. Soddisfatto l’enologo di Neive in gara con la Skoda identica a quella di Gagliasso protagonista di una gara sempre molto precisa e veloce grazie alla quale, nonostante un fuori programma sulla prima prova della domenica, conquista un prestigioso podio finale.

In quarta posizione Fredrik Fassio e Andrea Rossello presenti sulle strade astigiane con la Ford Fiesta R5 di D’Ambra a conferma dell’ottimo stato di forma del driver di Moncalvo. Quinti assoluti Emanuele Franco e Luca Pieri, vincitori di due edizioni del Grappolo a bordo della Mitsubishi Lancer con la quale oltre a vincere la classe N4 hanno preceduto I biellesi Massimo Lombardi e Fabrizia Bianchetti vincitori dell’appuntamento valido per il Michelin Cup a bordo della Ford Fiesta preparata dalla Twister. Settimi assoluti i pavesi Massimo Brega e Paolo Zanini a bordo della Skoda Fabia R5. Davvero ottima l’ottava posizione finale per Stefano Peletto e Gloria Andreis in gara sulla Peugeot 208 abitualmente usata dall’undici volte campione italiano Paolo Andreucci che li ha seguiti per tutte le fasi di gara. Gianluca Quaderno e Lara Zanolo vincono la sfida in R3 chiudendo in nona posizione assoluta a bordo della Renault Clio approfittando dello sfortunato ritiro di Riccardo Tondina e Andrea Dresti frenati prima da un’uscita di strada e in seguito dal cedimento meccanico nel corso del trasferimento verso la pedana d’arrivo. In decima posizione assoluta finale chiudono Matteo Giordano e Manuela Siragusa i quali si aggiudicano inoltre la classeR2B a bordo della Peugeot 208.

Dei 106 equipaggi al via 65 hanno concluso regolarmente la gara.